ONORE A NOI

Posted in Senza Categoria on 6 febbraio, 2012 by ultrascremona1999

Era l’estate 1999, quando con un comunicato dichiaravamo sciolto il GRUPPO SANITARIUM, e dalle ceneri di quel gruppo, pochi mesi dopo IVANO e pochi altri, si caricarono sulle spalle il gravoso compito di risollevare la curva, dando alla luce gli ULTRAS CREMONA 1999, quindi il primo pensiero corre a lui, corre verso IVANO, l’anima ULTRAS della nostra città, e al quale portiamo rispetto tutt’ora con… questo comunicato, certi che lui per primo, sarebbe stato d’accordo con questa scelta.
Non tireremo in ballo diffide, repressioni o tessere del tifoso, abbiamo ancora diversi di noi sotto daspo e alle prese con la giustizia, e sarebbe ridicolo dire loro, che non appenderemo più la nostra pezza, per questi motivi, la verità è che siamo sempre meno, e non ci và di portare avanti un nome cosi grande, che in 13 anni ha scritto una fetta importante e grande del tifo organizzato a Cremona, in 4 gatti.
Non è che una volta deposta la nostra pezza, portata in giro in tutti questi anni in tutti gli stadi dello stivale, ci si scioglie anche noi, tutt’altro, come UOMINI saremo sempre una spina nel fianco di chiunque cercherà di metterci da parte, e sarà nostro dovere farlo, non abbiamo dato aria alla bocca per niente e le istituzioni lo sanno benissimo di cosa parliamo, dai nostri raduni, alle nostre partecipazioni e alle ultime battaglie contro nominali, tornelli o tessere varie.
In questo gruppo siamo e siete passati in tanti, speriamo vi possiate ricordare di cosa avete fatto parte, che sciarpa avete indossato, in quante e quali iniziative avete avuto l’onore di collaborare o partecipare, dei tanti pullman o treni, dove avete deposto il vostro culo, delle mille torce accese, delle centinaia o migliaia di bombolette usate per segnare le tracce, di noi più vecchi, un pelo rompicoglioni, di tutte le volte in cui vi abbiamo cercato un euro per la coreografia, di ERMINIO FAVALLI, che riteniamo a dovere UNO DI NOI, consapevoli di non aver sempre avuto ragione nelle nostre scelte o azioni, ma del resto, quando ci si mette la faccia nella vita, ti prendi tutto, nel bene o nel male…e ia chiaro che a CREMONA non si chiude nulla, la curva è viva, e lo sarà forse anche di più da domani, se verrà recepita questa decisione.
Vi chiediamo però di continuare a mettere il nostro materiale, il gruppo non scompare con queste righe, eravamo, siamo e saremo vivi e vegeti, quasi tutti i componenti del gruppo resteranno in curva, nel settore centrale, per stare assieme ai ragazzi che come noi vivono di ideali, portate il materiale ULTRAS CREMONA, e fatelo con orgoglio, con lealtà e fierezza, noi ci siamo stati, ci siamo e ci saremo…e saremo il peggior incubo di calciatori corrotti, leggi maledette, allenatori indegni, ci saremo sempre dalla parte degli ultras….Cremona.

IVANO E ALEX presenti …ULTRAS CREMONA 1999

COMUNICATO CURVA SUD FAVALLI

Posted in Senza Categoria on 1 settembre, 2011 by ultrascremona1999

In questi anni Cremona sta mettendo in mostra la faccia che tutti noi da sempre le riconosciamo, dicendo NO alla TESSERA DEL TIFOSO e mostrandosi nella maggioranza contraria al nuovo modo proposto dal Ministro Maroni sul “come” andare allo stadio, e lo sta facendo evitando di seguire la squadra in TRASFERTA, anche quella più accessibile e comoda, soffrendo da casa, magari “appiccicati” ad una radio, con la voce del solito cronista.

Questo vale non solo per NOI ultras, MA PER TUTTI VOI TIFOSI, E PER QUESTO VI DICIAMO GRAZIE; nel tempo abbiamo imparato persino a “convivere con i TESSERATI”.

I GRUPPI, per un bene chiamato CREMONESE, sono tornati tutti AL CENTRO DELLA SUD.

La libertà di un individuo non ha prezzo, prima ci sono le radici, l’appartenenza alla città e provincia, l’amore verso questa maglia e i nostri colori. Ma nello stesso modo ci sono ideali, passione e voglia di vincere sempre, alzi la mano chi di noi, e chi tra tutti i tifosi grigiorossi, spera che la CREMONESE PERDA?…ECCO, NESSUNO.

Qui sta il NOCCIOLO della vicenda che è sulla bocca di tutti: ci si è chiesti come può un TESSERATO per la Cremonese, il cui nome è RICCARDO MUSETTI, sperare (e questa è un’affermazione provata, certa, rinvenibile anche su internet) che i suoi compagni, e soprattutto CHI LO PAGA, incorrano in una sconfitta, e ciò al solo fine, di cui è lecito dubitare, di ottenere che l’allenatore l’ennesimo, giacché solo lo scorso anno ne abbiamo, in modo assurdo, cambiati ben 3… rischi la panchina…

Chi di Voi vorrebbe un vicino di casa che speri che il condominio crolli, e quindi anche la Vostra casa, per poter poi cambiarne l’amministratore? Non era forse meglio METTERSI A DISPOSIZIONE O IMPEGNARSI ALLA MORTE in campo?

Cogliamo l’occasione per far presente alla società USC che NOI non siamo fessi, e che sappiamo benissimo che, ad ora, NON VI E’ STATO NESSUN COINVOLGIMENTO DI MUSETTI NELLA VICENDA “SCOMMESSE”.

QUINDI, MORALMENTE O NO, CI CHIEDIAMO COSA SIGNIFICHI GETTARE FUMO NEGLI OCCHI DELLA GENTE, al fine di confonderla e di allinearla, PUNTANDOCI IL DITO CONTRO, QUASI CHE FOSSIMO NOI IL MALE DELL’USC E IL MOTIVO DI QUANTO ACCADUTO, MENTRE I FATTI ALLA BASE DELLA VICENDA, E I CONSEGUENTI MOTIVI DELLA NOSTRA CONTESTAZIONE, SONO ALTRI E BEN PRECISI, vale a dire quelli sopraindicati.

E ci chiediamo anche come mai in questa faccenda parlano tutti, forse persino troppi, mentre l’unico che con due parole poteva cercare di sistemare la cosa, il “signor” Riccardo Musetti, se ne sta ZITTO facendosi, COME DICE LUI, scivolare addosso la contestazione.

Ma se la giustizia, sportiva o meno, conosce la prescrizione, la memoria di noi tifosi, animati dalla passione per questi colori, e non mossi da un contratto professionale, NON DIMENTICA E NON DIMENTICHERA’.

A tal proposito chiediamo a chi ancora frequenta lo Zini, di rispettare la nostra posizione, CHE NON E’ E NON SARA’ MAI CONTRARIA AGLI INTERESSI DEI NOSTRI COLORI, solo per difendere un GIOCATORE CHE DEVE FARE SOLO IL PROPRIO DOVERE IN CAMPO, IL QUALE NON HA MAI CHIESTO SCUSA PER LE GRAVISSIME AFFERMAZIONI TELEFONICHE DI CUI SOPRA.

Anche noi ci impegniamo a rispettare chi deciderà di sostenere questo soggetto: i nostri avversari non siete Voi, amici tifosi, e i Vostri NON siamo noi!

Invitiamo tutti a non seguire la logica del fare muro contro muro, Noi e Voi resteremo a Cremona, vivremo altre stagioni sugli spalti dello ZINI, mentre chissà dove sarà sto RICCARDO MUSETTI SOLO FRA 9 MESI.

SAREMO i primi a essere soddisfatti se la Cremo vincerà grazie a un gol di Musetti, ma saremo sempre i primi a ricordare al Musetti come ci si deve comportare fuori e dentro dal campo: rispettando noi, voi, la nostra storia, la società stessa, i nostri colori, Erminio Favalli e tutti i tifosi saliti in cielo.

Per finire, speriamo che gli episodi successi con l’Alto Adige non si ripetano più: ognuno resti della propria idea, senza calpestare quella dell’altro, sostenendo la Cremonese, ma nello stesso tempo esigendo, così come facciamo noi, il rispetto di chi indossa la nostra maglia.

I GRUPPI ORGANIZZATI DELLA CURVA SUD ERMINIO FAVALLI

IDEALI E PASSIONI NON SI TESSERANO

Posted in Senza Categoria on 22 agosto, 2011 by ultrascremona1999

Adesso è troppo, adesso non possiamo e dobbiamo stare ZITTI e IMMOBILI, le ultime disposizione del ministro Maroni vanno oltre ogni logica e sopprimono ogni forma di libera passione.
Assurdo impedire alla gente l’acquisto del biglietto di ogni settore dello stadio, SE NON IN POSSESSO DELLA TESSERA DEL TIFOSO, questa cosa và oltre ad ogni immaginabile, vietando persino a PERSONE tifose di una squadra diversa dalla propria regione di nascita di esserci e vivere 90 minuti sugli spalti, non è vero quindi che la TESSERA DEL TIFOSO è uno strumento per CALMARE I VIOLENTI, oramai queste parole fanno acqua da tutte le parti e i fatti lo dimostrano da soli.
INVITIAMO quindi tutte le tifoserie, ma non solo gli ULTRAS, ma ogni singolo INDIVIDUO che si sente COLPEVOLIZZATO E REPRESSO da queste ASSURDITA’ nel wekend del 17/18/19 SETTEMBRE E replicando LA SETTIMANA DOPO, NEL FINE SETTIMANA DEL 24/25/26 nel seguirci nella nostra CIVILISSIMA PROTESTA, stando zitti nei PRIMI 10 MINUTI DI OGNI PARTITA, GIRANDO LA SCHIENA AL CAMPO STESSO, DIMOSTRANDO con uno striscione cosa ci STANNO FACENDO…INFATTI dovrà essere esposto uno striscione CON SCRITTO : IDEALI E PASSIONI NON SI TESSERANO…
NON ESITATE A SEGUIRCI, NON SI TRATTA DI ESSERE PIU BELLI DEGLI UNI O PIU CATTIVI DEGLI ALTRI, QUI CE’ IN BALLO LA NOSTRA LIBERTA E PER UNA VOLTA NON SERVONO RADUNI O MANIFESTAZIONI, SERVE COESIONE, E QUESTO E’ SOLO UN PRIMO PICCOLO PASSO, INFATTI IL COMUNICATO, VERRA’INVIATO a Rai sky mediaset la7 e svariate testate giornalistiche ecc ecc sport perchè TUTTI DEVONO SAPERE,
alla fine cosa chiediamo?
SI CHIEDE, VISTO CHE IL PROTOCOLLO DEL MINESTERO LO PREVEDE E SOLLECITA’, DI AVERE A DISPOSIZIONE UN SETTORE OSPITI, DOVE OGNI LIBERO CITTADINO VI POSSA ENTRARE CON IL SUO BIGLIETTO, PAGANDO E SENZA TESSERA DEL TIFOSO, COSI CHI VUOLE SI FARA’ LA TESSERA E CHI NON LO VUOLE IDEM…NON ESITONO CITTADINI DI SERIE A E DI SERIE B,
Le SOCIETA’ CLACISTICHE SONO TUTTE AL CORRENTE DI QUESTA NORMATIVA DI PROTOCOLLO, INFATI ALCUNE SI SONO GIA ADOPERATE PER FAR SI CHE LA SCELTA SIA DIVERSA, CHI CON E CHI SENZA TESSERA, CON QUESTO COMUNICATO INVITIAMO TUTTE LE SOCIETA’ A MUOVERSI VERSO QUEL SETTORE SENZA TESSERA, SENZA SE O MA, STANDO PER DAVVERO DALLA PARTE NOSTRA, TIFOSI O ULTRAS CHE SIA, E NON SOLO A PAROLE, E LE TIFOSERIE, TUTTE, DEVONO SOLLECITARE LA PROPRIA SOCIETA’ A CROSTRUIRE QUESTO SETTORE…ADESSO O MAI PIU.
LA LIBERTA NON HA PREZZO.

IDEALI E PASSIONE NON SI TESSERANO

A SETTEMBRE PER LA TUA LIBERTA STAI AL NOSTRO FIANCO.

NOI SENZA TESSERA

FATE GIRARE QUESTO COMUNICATO, NON IMPORTA CHI L’HA SCRITTO, NON SERVONO PIU RADUNI, MANIFESTAZIONI, INCONTRI O SERATE GETTATE AL VENTO, ADESSO DOBBIAMO FARE QUESTO, IL PRIMO PUNTO E’ AVERE UN SETTORE OSPITI ANCHE PER NON TESSERATI E VISTO CHE IL MINISTERO LO PREVEDE O LO SOLLECITA’ NEL SUO PROTOCOLLO, CHE CI VENGA MESSO HA DISPOSIZIONE DIO SANTO.

MANDATE IL COMUNICATO A TUTTE LE TELEVISIONI, A TUTTI I GIORNALI, NAZIONALI E LOCALI, ALLE VOSTRE CONOSCENZE ULTRAS, GIRATELO VERSO CHIUNQUE POSSA DARCI UNA MANO, ANCHE SOLO MEDIATICA, I TEMPI DELLE PAROLE SONO FINITI.

IO NON MI ARRENDO.

FILM CHI NOI SIAMO

Posted in Senza Categoria on 18 agosto, 2011 by ultrascremona1999

FILM FINCHE’ VIVRO’

Posted in Senza Categoria on 18 agosto, 2011 by ultrascremona1999

LA DIGNITA’ E IL RISPETTO…GRAZIE VINCENZO

Posted in Senza Categoria on 30 giugno, 2011 by ultrascremona1999

R.I.P.

 
Come tutte le cose della vita, anche questa ha un suo alfa e omega. Un inizio ed una fine. Le cose nascono, come gli amori, ammantanti da un afflato di passione, di ingenuità, di entusiasmo, di voglia di scoprire, scoprirsi e conoscere. E raccontare. Ultrasblog ha percorso la medesima parabola della metafora amorosa: è nato in un momento in cui era necessario che l’amore e la consapevolezza per un mondo, quello ultras e non solo, che stava disgregandosi era ad un culmine di consistenza. E’ cresciuto in questi anni grazie alla cocciuta abnegazione di Vincenzo e poi in minima parte per il mio umile contributo e quello di Simone. Ha raccontato, scoprendosi sempre più innamorato, delle cose, delle persone che fanno quello di cui raccontiamo. Delle loro storie. Delle ingiustizie, Dei drammi. Delle cazzate. Degli errori. Delle gioie e delle vittorie. De libri e delle leggi. Dei ragazzi di stadio e di strada che se ne sono andati. Di quelli che non dimenticheremo mai. Ma sopratutto di tutti coloro che ci hanno letto e sostenuto e criticato. Poi la fiamma ha iniziato ad affievolirsi. Non riuscivamo più a capire, a comunicare cosa realmente stava accadendo. Ne siamo stati travolti sebbene abbiamo da sempre cercato di individuare le cause del declino. Di capirlo e di discuterne.
Ma negli ultimi tempi la stanchezza, la disillusione, il pragmatismo hanno iniziato a farci vedere le cose in un modo differente. Credo che siamo riusciti nell’intento, insieme a migliaia di altri, di creare una voce critica, aprioristica, libera riguardo la repressione ma anche di autocritica nei confronti del medesimo mondo ultras che noi tutti abbiamo vissuto dall’interno per decenni. Con le sue demonizzazioni, esasperazioni e contraddizioni. Non abbiamo mai omesso nulla, ci siamo sempre firmati ed esposti in prima persona rappresentando null’altro che una nostra personale opinione sui fatti del mondo.
Ma adesso siamo stanchi. E lasciamo ad altri il testimone. Sappiamo che molti non hanno perso la voglia di lottare. Noi saremo con loro. Su ogni fronte dove crediamo che sia giusto lottare per difendere i propri diritti e per conquistarseli.
Abbiamo parlato degli ultras ma anche dei precari, dei disoccupati, dei terremotati, degli scandali, degli infami, del disegno macro-politico-economico che si cela dietro una volatile e contraddittoria tessera magnetica.
Oggi ultrasblog chiude. Troppe cose non funzionano più. Da qualunque parte la si guardi, non abbiamo bicchieri mezzo pieni o mezzo vuoti. Abbiamo pinte scolate e bottiglie rotte di cui i cocci rimarranno per sempre conficcati nelle nostre carni. E nei nostri cuori.
Le parole negli epitaffi sono sempre troppe o troppo poche.
Non null’altro da aggiungere. E’ un momento triste e gioioso al contempo.
Abbiamo lottato, abbiamo scritto, abbiamo pianto e gioito.
Abbiamo vissuto

un grazie a Vincenzo per l’ospitalità e al condivisione
un abbraccio a Simone per la sua forza e il suo coraggio
Un abbraccio a tutti
ultras, oppressi, disperati e uomini liberi
Domenico Mungo
 
 

MUTATIS MUTANDIS

 Quando Vincenzo mi propose di collaborare per il blog ne fui molto onorato e lusingato, da allora sono trascorsi poco più di due anni, ma molte, troppe cose sono cambiate.

Come hanno già ampiamente detto i miei fratelli, amici e Ultras Vincenzo e Domenico, tutto ha un inizio ed una fine, ma se è altrettanto vero ciò, io credo che essendo la vita ciclica, prima o dopo sotto altre vesti, ma non mentite spoglie ci rincontreremo, dove e quando non si sa, lo scopriremo solo vivendo.

Il mondo Ultras o meglio dire microcosmo, viste le gesta e la conferma che il motto di circostanza «se i ragazzi sono uniti non saranno mai sconfitti» era una mera illusione, ha visto apparire uno dei tanti striscioni senza gloria, ma ahimè con infamia visti i risultati.

Non sono qui a fare il processo, ma è innegabile il flop che ne è conseguito, con tanto di sottoscrizioni alla tessera del tifoso. Ovviamente non è rivolto a tutti, a chi leggendo gli pruderà il culo bhè si faccia una domanda, a me ad esempio prudono le mani e mi si contorce lo stomaco, non riesco a credere che in un momento storico come questo ognuno abbia pensato al proprio orticello, sfanculando tutto e tutti.

E’ dire che bastava poco, sarebbe stato utile almeno per una volta mettere da parte asti vari, senza rinnegare il proprio credo e i propri valori, ciascuno a modo proprio, ma tutti “a modo nostro”. Forse chiedo troppo, forse tutti questi valori millantati non sono altro che una mera illusione, tutti pronti a speculare, ma mai o quasi UNITI.

A volte penso, ma se fossimo davvero stati tutti uniti cosa avremmo mai potuto realizzare? Un singolo uomo in piazza Tien’anmen bloccò un carro armato, figuriamoci noi, con lo stesso cuore, la stessa passione e rabbia di sempre, avremmo preso Bobo, i giullari di corte e la banda bassotti per il cravattino, nel contempo però mi risveglio e dico che sono un inguaribile romantico, un po’ nevrotico e utopista.

Quindi come spesso mi è capitato in questi dieci anni di amicizia con Vincenzo, non posso che dargli ragione, è giunto il momento di appendere le scarpe al chiodo, Dome ha scritto “lasciamo ad altri il testimone”, sarò presuntuoso, ma io credo che di questi tempi sia sempre più difficile fare controinformazione, e per lo più senza interessi, se non quello di dire ciò che che si pensa, si vive e con ciò che ne consegue per la coerenza che il caso comporta.

In questi anni di diffide, ferimenti, morti di stato e di infamità, abbiamo contribuito chi più chi meno a scrivere una pagina importante di uno spaccato sociale.

Su e giù per lo stivale per seguire la nostra fede, ma ora è tempo di addii, il blog chiude perché come molti amori anche questo è giunto al capolinea, lo porteremo per sempre nel nostro cuore, senza rinnegare ciò che abbiamo scritto, detto e vissuto, perché è ciò che siamo e saremo per sempre.

La nostra lotta contro le ingiustizie continua, ma “show must go on” in strada, nel luogo di lavoro, a casa e mentre sogniamo, perchè facciamo soprattutto questo, sogniamo un cazzo di mondo dove ognuno di noi possa esprimere ciò in cui crede: nella libertà e nel rispetto del prossimo, senza calpestare i diritti umani.

Fanculo a me che ora sto piangendo, fanculo a chi non lo fa mai, buona lotta a tutti e grazie per avermi letto, sostenuto e criticato in questi anni.


Un epitaffio nel mio stile, a chi piacerà a chi no, ma questo non è importante, ciò che più conta è sentirsi uomini liberi, ed io mi si sento tale.


Vincenzo, Domenico noi ci troveremo a bere, alzando i calici della fratellanza che ci unisce!


Simone Stara

 

Sono sicuro che ULTRAS BLOG, non finisce con queste immense dimostrazioni di lealtà, ma anzi, credo che ognuno di noi si porterà dentro di se le parole, gli scritti, gli sbattimmenti quotidiani di VINCENZO, cosi come le sue tirate d’orecchie e la fierezza nell’affrontare certi argomenti, a differenza di tanti che preferirono mettere la testa sotto la sabbia.

Oltre che sapere, informarsi e apprendere, questo BLOG era un punto di riferimento fisso, ricordo ancora la prima volta che lo vidi, capiì da subito quanto lavoro e quanta passione ci mettesse sto gobbone…ehhehe

Caro Vince, con stima e rispetto per il tuo essere, per non avere chinato mai la testa, per non ESSERTI TESSERATO, per aver capito quella volta a Cremona(…ma te massi non dici niente?…le tue parole mi suonano diverse volte anche adesso, e ricordi cosa ti dissi?) ti devo o dobbiamo tanto, ULTRAS BLOG, era e sarà per sempre uno dei pochi luoghi dove il significato della parola ULTRAS valeva e varrà per sempre, e sai cosa intendo.

Con immutata voglia di sederci a bere quei due o tremila litri di birra o vino, con il pensiero di te che corri nella valle inseguito dai nostri nemici, e nel mio piccolo….GRAZIE VINCENZO.

LA LIBERTA’ NON HA PREZZO.

 

Massimo e tutti gli ULTRAS CREMONA 1999

AVANTI TUTTA

Posted in Senza Categoria on 25 maggio, 2011 by ultrascremona1999

Sono le 18,00 di una domenica qualsiasi in quest’inizio d’estate che si preannuncia molto calda, e il caldo a volte da alla testa, cosi come l’alcool  e altre robuccie che girano legalizzate o meno.
Il nostro campionato è finito 7 giorni fa, saltando quasi per scelta la trasferta-gita di Sorrento, dico quasi, perchè al sabato pomeriggio un mezzo pullmino pronto a partire c’era, poi siamo rimasti a casa, non di certo per aver paura di farci altri 1600 km, ma vallàà, cosa volete che siano, ne abbiamo più noi sulla gobba che 100 ciclisti dopo giro e tour, no, è che ci siamo detti, ma che vadano a fare IN CULO ste MERDE, riferito alla gente che indossa la nostra MAGLIA, sbagliando DI BRUTTO, perchè se c’è una cosa che ci fa andare avanti, non è di sicuro questo, comunque è andata così, e dispiace, ma neanche troppo direi..facciamo un passo indietro, un passo a ritroso di alcuni mesi, quando ci siamo detti che il NOSTRO ruolo e posto, non fosse più in mezzo alla curva e nemmeno all’interno di quella, sapevo che ci aspettava un anno difficile, dove in quell’angolo di tribunetta verde sarebbero saltati fuori tutti i nostri difetti e momenti, eppure siamo partiti, come sempre e come da SEMPRE.
Non mi metto nemmeno a discutere degli altri, ognuno pensi a se stesso, voglio invece ringraziare e ri-condividere con la nostra gente, un campionato difficile, difficilissimo direi, fatto di scelte settimanali, non sempre lucide, alcune discutibili, ma alla fine eccoci qua, a leccarci le ferite, le ennesime diffide, le ennesime prese di posizione assurde di certi organi di giustizia, prendiamo esempio Verona-CREMO di fine settembre 2010: ne abbiamo sentite e lette, ( mai come in questo caso mi darete RAGIONE, quando dico che adesso devi guardarti in casa e non fuori per cercare il “nemico”) fin troppe, assurde verità di chi non sa NULLA, e il colmo è arrivato dopo, fra denuncie, processi di 20 anni fa RI-TIRATI in ballo, multe e tanta rabbia, UNA VOLTA SOLO UNA, MA PRIMA DI PARLARE non fareste meglio a STARE ZITTI?
Eppure quella sera vietata, siamo entrati al Bentegodi, nello stupore dello stadio, in quel finto sciopero, e ne siamo usciti, senza scorte o play mobil…e credetemi, ne è valsa la pena..ESSERCI, il tutto contro questi divieti, contro questo modo di manovrare esseri umani, per interessi monetari, pretendendo che si stia zitti e seduti…o ASSENTI.
Se fosse solo Verona, se tutto finisse lì, seppur  bello, sarebbe un pò pochino, invece CON TUTTE LE NOSTRE DIFFICOLTA’, FRA GENTE CHE ESCE, GENTE CHE NON VERRA’ MAI PIU’, DIFFIDATI E SCAZZI NOSTRI, NELL’ANNO PIU’ DIFFICILE, NON CI SIAMO FATTI MANCARE NULLA, in ordine sparso: COMO in treno, fermati a 2 km da COMO, ecc ecc e siamo tornati indietro, tenendo però in SCACCO diverse questure o commissariati per ore, dalla partenza a Cremona, passando per MILANO, MONZA e COMO, tutto andata e ritorno, cosa volete che ce ne fotte della partita?
In tribuna a GUBBIO, dopo mega discussione…BOLZANO IN TRIBUNA…ALESSANDRIA nei distinti…PAGANI in curva ospiti, senza tessera, cosi come senza biglietto, mai visto, ma SIAMO ENTRATI ANCHE LI…TUTTI E OTTO, SALERNO, va bene alla fine saremo rimasti fuori, ma la partita è sempre un modo diverso di passare 1 ora e mezza, il resto sono gli ideali, la passione, il senso di appartenere a qualcosa di VIVO…BASSANO DEL GRAPPA…NON ENTRA LA PEZZA, NON SI ENTRA…E ALLORA DI CORSA NELLE VICINA VICENZA-FROSINONE…FERRARA…CONTENTI A META’, ENTRATI SENZA TESSERA MA NEL SETTORE POCO GRADITO…CURVA DI SOLITO PER OSPITI…ECC ECC SPEZIA PROIBITA, andiamo di notte e mettiamo striscioni qua e la…COL PERGO andata, APRONO A TUTTI, E NOI CI SI METTE DOVE SI VUOLE, pagata con 5 diffide gratis…I CALCIATORI PRESI COME SI DEVE, VISTO IL LORO SCARSO IMPEGNO..STRISCIONI, AMICIZIE CONSOLIDATE, UNA SU TUTTE CON I RAGAZZI DEL GENOA, GEMELLAGGI CONSOLIDATI, VEDASI SANT’ANGELO, REGGIO EMILIA E VICENZA…IL TUTTO SENZA DIMENTICARE CHI NON C’E’ PIU’, DI CREMONA E DI FUORI, AMICI O NEMICI CONTA NULLA.
IL MEMORIAL PER DOMENICO E ERMINIO…CERTE AZIONI NOTTURNE, il NOSTRO impegno contro TESSERA E NON SOLO, ci deve far sentire FIERI e pronti per ANDARE AVANTI, SUPERANDO FRA DI NOI OGNI PROBLEMA, MIGLIORANDO LE COSE, RESTANDO ANCORATI A DELLE SCELTE E IDEALI, NON ESISTE PER ADESSO LA COREOGRAFIA, IL TIFO, COLORARE LO STADIO, PRIMA DI ARRIVARE O TORNARE INDIETRO, FORSE MEGLIO DIRE COSI’, ABBIAMO ANCORA DELLE COSE DA FARE, FACCIAMOLE TUTTI INSIEME, ASPETTANDO I NOSTRI DIFFIDATI, CHI TORNERA’ A NOVEMBRE E CHI DOPO.
ESSERE ULTRAS CREMONA, QUESTO CONTA…PREGI, DIFETTI, SCAZZI, LA POCA LUCIDITA’ DI CERTE SCELTE, DOVUTA DA NUMERI E MOMENTI, CHE RITENGO DIFFICILI E POCO INVIDIABILI DA NESSUNO, LA SUPEREREMO ANDANDO AVANTI PER LA NOSTRA STRADA, LA STRADA DI CHI NON SI RIEMPIE LA BOCCA CON BEI DISCORSI E POI STA COMODO SUL DIVANO, CHI SCRIVE E’ IL PRIMO A ESSERCI, CON PREGI E DIFETTI.
NELLA VITA CI SONO ANCORA POCHE COSE PER CUI VALE LA PENA DI COMBATTERE OGNI GIORNO, E QUESTO NOME, ULTRAS CREMONA E’ UNA DI ESSE, UNITI E PIU’ FORTI DI PRIMA, SEMPRE UMILI E COERENTI CHE SARA’ DURISSIMA, MA DEL RESTO E’ BELLO COSI.
 
UN SORRISO, UNA PACCA SULLE SPALLE, PASSAMI UNA BIRRA, DOVE SIAMO? E CHE CAZZO NON SI ARRIVA PIU, METTI TE LA PEZZA DOVE SAI? MA QUEL CAZZONE DI….NON POTEVA VENIRE? OH RAGAZZI OCCHIO IN QUEL AUTOGRILL, MA STA TESSERA NON SE LA POTEVA CACCIARE SU PER LE CULATTE? SENTITO L’AVVOCATO IERI?QUANDO ESCE ….MA LA DIFFIDA …
 
UCR99